The pandemic and Criminal Organizations

Relatore: Paul J. Angelo, Giovanni Tartaglia Polcini, Ranieri Razzante, Stefano Delfini

ITALIANO
Le organizzazioni criminali hanno mostrato nell’ultimo secolo di essere pronte ad adattarsi a qualsiasi tipo di cambiamento, sia sociale che politico ed economico. L’Istituto internazionale delle Nazioni Unite per la ricerca sul crimine e la giustizia (UNICRI) monitora da sempre la loro attività e uno degli ultimi report del 2020 ha dimostrato come esse abbiano saputo sfruttare determinate situazioni create dal COVID-19 a loro favore. Per esempio, nei primi tempi della pandemia, le organizzazioni criminali hanno visto nella scarsità di mascherine chirurgiche e gel per le mani possibilità di profitto, introducendosi nel mercato e rivendendole a prezzi più alti. Inoltre, considerando che l’Organizzazione internazionale del lavoro (OIL) ha stimato che 3,3 miliardi di persone sono soggette alla possibile chiusura delle loro attività, tali organizzazioni hanno colto l’opportunità per approcciare gli imprenditori in difficoltà finanziarie e offrire loro un prestito che nel tempo diventerebbe impossibile da ripagare.
La pandemia quindi ha davvero facilitato il lavoro delle organizzazioni criminali che si sono poste come unica salvezza di molte aziende in via di fallimento. Ma in questo tempo di emergenza sanitaria, riusciranno l’Europa e i governi locali a gestire meglio la situazione e limitare il campo d’azione di tali organizzazioni? L’argomento verrà approfondito durante l’evento intitolato “The pandemic and Criminal Organizations”, in programma durante la dodicesima edizione del festival della diplomazia.

ENGLISH
Criminal organizations have shown in the last century that they are ready to adapt to any kind of change, both social, political and economic. The United Nations International Institute for Research on Crime and Justice (UNICRI) has always monitored their activity and one of the latest reports from 2020 has shown how they have been able to exploit certain situations created by COVID-19 in their favor. For example, in the early days of the pandemic, criminal organizations saw the scarcity of surgical masks and hand gels as opportunities for profit, entering the market and reselling them at higher prices. Furthermore, considering that the International Labor Organization (ILO) has estimated that 3.3 billion people are subject to the possible closure of their businesses, these organizations have seized the opportunity to approach entrepreneurs in financial difficulty and offer them a loan. which over time would become impossible to repay.

INFO
https://www.festivaldelladiplomazia.eu/event/the-pandemic-and-criminal-organizations/